Il tuo spedizioniere quanto ne sa di container? Ecco 4 step da non sottovalutare.

guida sui container punto system

Come dicevamo in questo articolo, la spedizione tramite container è quella più sicura ed economica nel caso in cui il quantitativo di merce da trasportare superi i 15 metri cubi.

Queste caratteristiche lo rendono uno dei metodi di trasporto più frequentemente utilizzati al giorno d’oggi.

Perché spedire via container

Quando si spedisce tramite container, la merce può essere spostata facilmente da un mezzo all’altro (ad esempio da nave a nave o da nave ad autocarro).

Il vantaggio maggiore è quindi quello di un trasporto semplificato che riduce il rischio di danni alla merce trasportata o costi inaspettati.

In altre parole, un viaggio con un’unica destinazione: la soddisfazione del cliente.

Cosa considerare nella spedizione con container

Anche se inizialmente potresti essere frenato dalle spese per lo stivaggio e dai costi di manodopera, alla fine il tuo cliente non potrà che notare gli immensi benefici del trasporto via container.

Per poter raggiungere questo obiettivo facilmente, ci sono 4 aspetti da tenere in considerazione a cui forse non prestavi attenzione.

Se stai per scegliere il tuo spedizioniere e intendi inviare la tua merce tramite container, assicurati che il tuo partner conosca alla perfezione questi 4 aspetti della spedizione in container. Potrebbero sembrarti delle banalità, ma la differenza tra chi le conosce e applica quotidianamente e chi invece le sottovaluta è quella che può rendere la tua attività rapida ed efficiente oppure lenta e disastrosa…

guida container punto system

1) Le sollecitazioni durante il trasporto

Il container è un universo sottoposto a dinamiche da non sottovalutare per la buona riuscita del trasporto.

Le sollecitazioni sono principalmente di 4 tipi:

Meccaniche: il carico deve necessariamente essere gestito in modo da sopportare gli agenti di stress del trasporto via mare e via terra. Le sollecitazioni meccaniche possono essere di tipo statico (sono causate dallo stivaggio e dalla sovrapposizione dei prodotti) o dinamico (dipendono dalla movimentazione del carico e dalla tipologia di trasporto).

Climatiche: spesso i prodotti trasportati sono sottoposti a bruschi sbalzi di temperatura, specialmente nel trasporto via mare. Infatti, potrebbero essere stati caricati nel container in pieno inverno e arrivare in una zona tropicale o viceversa.

Tutti i container proteggono la merce da pioggia, sole, neve, salsedine e polvere ma non possono prevenire la condensa, causata talvolta dalla merce stessa. Questo fenomeno può danneggiare i prodotti, incentivando la formazione di ruggine, perdita di colore e macchie.

Biologiche: la differenza tra la temperatura esterna e quella interna al container può raggiungere i 30°, perciò non è raro che i prodotti siano conservati in un ambiente a 60°. Le temperature alte, l’umidità e la mancanza d’aria promuovono la proliferazione di insetti, funghi, muffe, batteri e micro-organismi.

Chimiche: dipendono dalla temperatura, dall’umidità e dal movimento della nave cargo. Nel caso di merci speciali che si surriscaldano senza che siano presenti sollecitazioni esterne, il trasporto deve essere organizzato tenendo conto delle normative per il trasporto di merci pericolose.

2) Pesi limite e piani di stivaggio del container

Tutti i container utilizzati per i trasporti internazionali devono essere omologati e certificati, in accordo con quanto previsto dalla International Convention on Safe Container del 1972. Su ogni container deve quindi essere presente una targa metallica (nota come CSC plate) riportante i dati tecnici di omologazione del container in corso di validità.

L’ISO 668 è la normativa che regola i pesi lordi strutturali limite dei container standard: nel caso di 20’ e 40’ Box il peso strutturale limite è di circa 30.500 kg (peso lordo che include la tara del container stesso). Il peso della merce è appoggiato sulle bottom cross bars, ovvero sulle barre trasversali che si trovano sul fondo del container e che aiutano a ottenere una distribuzione equilibrata del peso del carico all’interno del container.

Perché è importante predisporre un piano di stivaggio della merce nel container?

Pensare in anticipo a come disporre la merce all’interno del container significa elaborare un “piano di stivaggio”. È possibile farlo anche in modo molto semplice, mediante un disegno in scala con carta e penna o tracciando sul pavimento la sagoma di un container (un rettangolo avente le dimensioni del container che si intende caricare), disponendovi poi al suo interno la merce, come se si stesse caricando il container. Un piano di carico di un container può anche essere simulato virtualmente mediante l’impiego di software ad hoc: questa è la soluzione che spesso adottano le aziende più strutturate che spediscono quotidianamente molti container.

Disporre di un piano di stivaggio è importante per 3 ragioni:

  • Per sfruttare al massimo lo spazio del container nel rispetto dell’integrità della merce
  • Per semplificare e velocizzare le attività di stivaggio e di scarico della merce
  • Per definire in anticipo le misure di sicurezza necessarie da adottare.

Più controllo prima, meno pensieri avrò poi.

Inoltre, per ridurre il rischio che la merce si danneggi durante il trasporto, il caricatore è tenuto a controllare con cura che non siano spedite nello stesso container merci tra loro non compatibili (ad esempio articoli con parti appuntite e prodotti più delicati, oppure merci umide assieme a merci asciutte).

guida definitiva sui container punto system

3) La protezione climatica

Lo sai qual è la prima causa di danneggiamento delle merci nei container?

L’umidità. E il rischio è maggiore se il trasporto va da una zona calda a una più fredda.

Un modo per evitare il deterioramento dei prodotti è preparare il container quando le merci sono completamente asciutte, conservandole in un ambiente chiuso prima di caricarle. È consigliabile anche utilizzare materiale assorbente (come la carta) sul tetto e sul pavimento interni del container.

I carichi che hanno bisogno di mantenere una temperatura costante per tutta la durata del trasporto possono essere stivati in container dotati di un sistema di condizionamento interno dell’aria (container Reefer). Questi container a temperatura controllata sono ideati per mantenere costante il clima e NON per abbassare la temperatura della merce: ciò significa che i prodotti dovranno già essere alla temperatura desiderata nel momento in cui sono caricati per la spedizione.

4) Il corretto carico del container

Nel momento in cui si spediscono prodotti confezionati in scatole di cartone, il carico deve essere distribuito in maniera uniforme all’interno container. Se questo non fosse possibile, è comunque importante mantenere un’altezza costante e utilizzare l’intera superficie disponibile. È indispensabile che non rimangano spazi vuoti: se non fosse possibile impegnare tutta la superficie del container sarà preferibile utilizzare degli air bag per container o materiali inerti per imballaggio per riempire tutte le zone vuote presenti.

Se per facilitare la movimentazione della merce i cartoni vengono imballati su pallet, è importante curarne bene la disposizione per sfruttare al massimo lo spazio disponibile del container. Come nel caso dei cartoni sfusi, i pallet dovranno impegnare tutta la superficie del container ed essere fissati con attenzione per evitare che si ribaltino durante il trasporto, con conseguenti danni per la merce.

Insomma, allestire un container non è un’operazione banale.

Tieni ben presente che  tu e il tuo spedizioniere dovete conoscere e tenere sempre sotto controllo tutti questi dettagli. Sottovalutare un aspetto importante o non pianificare con cura ogni fase sin dall’inizio potrebbe costarti molto caro…

container punto system

Se queste misure ti hanno preoccupato, contatta ora chi le sa rispettare anche a occhi chiusi.

In Punto System dedichiamo la massima cura alle spedizioni dei nostri clienti da oltre 30 anni.

I trasporti speciali e difficili non sono che “pane per i nostri denti”. Con il nostro metodo Plan@Program® analizziamo le tue esigenze in dettaglio per poi spostare la tua merce da un capo all’altro del mondo.

Scopri tutti i servizi di Punto System qui.

Scopri qui l’esclusivo metodo Plan@ Program®

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
Desidero essere contattato
Ricevi gli articoli appena vengono pubblicati!

Ricevi gli articoli appena vengono pubblicati!

Clicca su questo pulsante per iscriverti alla newsletter e ricevere gli articoli non appena vengono pubblicati nel blog.

Iscrizione avvenuta con successo!